Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022. AVVISO PER I CONNAZIONALI RESIDENTI O TEMPORANEAMENTE PRESENTI IN IRAQ

Data:

23/07/2022


ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022. AVVISO PER I CONNAZIONALI RESIDENTI O TEMPORANEAMENTE PRESENTI IN IRAQ

Con il decreto del Presidente della Repubblica n. 96 del 21 luglio 2022, il Signor Presidente della Repubblica ha sciolto le Camere. Con d. P.R. n. 97 della stessa giornata è stata fissata al 25 settembre 2022 la convocazione dei comizi per le elezioni della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica.

Si informa che l’Iraq rientra tra quei Paesi nei quali, ai sensi dell'articolo 20, comma 1-bis della L. 459/2001, non vi sono sufficienti condizioni tali da consentire l’esercizio del voto per corrispondenza. Pertanto gli italiani residenti o temporaneamente presenti in Iraq potranno votare esclusivamente in Italia (Comune nelle cui liste elettorali si è iscritti, in genere quello di ultima residenza).
I connazionali regolarmente residenti in questa circoscrizione consolare e iscritti all’AIRE possono usufruire del rimborso del 75% del costo del titolo di viaggio in classe economica utilizzato per recarsi in Italia.
Le condizioni per richiedere il rimborso a questa Ambasciata sono:


1. la residenza e l’iscrizione all’AIRE nella circoscrizione consolare di questa Ambasciata;
2. l’avvenuto comprovato esercizio del voto in Italia, come risultante dal timbro apposto sulla tessera elettorale;
3. la richiesta di rimborso, che può essere redatta in forma libera con l’indicazione delle generalità complete dell’elettore, l’indirizzo AIRE di residenza, un recapito telefonico, un indirizzo di posta elettronica e le coordinate bancarie per l’accredito dell’importo da rimborsare (al netto delle commissioni bancarie che restano a carico del richiedente);
4. la presentazione a questa Ambasciata degli originali del titolo di viaggio, delle carte di imbarco, della tessera elettorale con il timbro del seggio italiano e della fattura attestante l’importo effettivamente pagato qualora non chiaramente riportato sul titolo di viaggio.
Non è richiesta la preventiva autorizzazione di questa Ambasciata, ma è necessario che la domanda sia presentata tempestivamente al rientro in Iraq e che le date del viaggio siano ravvicinate alla data delle elezioni.


Si richiama l’attenzione sul fatto che potrà essere rimborsato il 75% del costo del biglietto in sola classe economica dal luogo di residenza al porto/aeroporto in Italia.


430