Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Colloquio tra l’Ambasciatore Maurizio Greganti e il Presidente della Repubblica iracheno, Abdul Latif Rashid: l’amicizia tra i due Paesi salirà a un nuovo livello

E’ stato un incontro lungo, cordiale e affettuoso quello tra il Presidente della Repubblica irachena, Abdul Latif Rashid, e l’Ambasciatore d’Italia Maurizio Greganti, che ha potuto illustrare alla prima carica dello Stato le direttrici lungo le quali l’Italia intende approfondire l’amicizia tra Italia e Iraq.

L’Ambasciatore ha così potuto approfondire con il Presidente Rashid i dettagli dei prossimi incontri istituzionali in programma tra i due Paesi. In seguito, Greganti ha descritto al Presidente i settori chiave in ottica italiana in cui ampliare la cooperazione: gestione delle risorse idriche e delle infrastrutture di supporto, tecniche, sistemi irrigui e agricoltura resistenti al cambiamento climatico. Un capitolo a se stante è stato rappresentato dalla cooperazione in campo archeologico e culturale, punta di diamante dei rapporti bilaterali e volano di sviluppo d un’industria del turismo irachena dalle potenzialità infinite.

“Il Presidente Rashid ha molto apprezzato le proposte per rafforzare le relazioni tra Italia e Iraq, osservando che l’amicizia tra i due popoli è una risorsa strategica tanto per Roma quanto per Baghdad. Non potrebbe avere più ragione – ha sottolineato Greganti – per questo l’agenda dei prossimi appuntamenti tra Italia e Iraq sarà fitta, intensa e toccherà tutti i settori.
Un progetto a cui tengo molto sarebbe organizzare in Italia una mostra sulle civiltà della Mesopotamia – l’ultima si è tenuta negli anni ’80, poi più nulla. Il Presidente mi ha assicurato il suo benestare all’iniziativa: si tratterà ora di organizzarla al meglio, anche grazie alle oltre 20 missioni archeologiche italiane presenti nel Paese.”