Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

SACE con il Comitato superiore per l’Export Credit della Repubblica dell’Iraq supporta i progetti ad alto impatto sociale coinvolgendo le imprese italiane

SACE, il gruppo assicurativo-finanziario italiano direttamente controllato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, annuncia un nuovo importante accordo con il Comitato superiore per l’Export Credit della Repubblica dell’Iraq e un’iniziativa di business matching a supporto delle opportunità di cooperazione tra i due Paesi per realizzare progetti ad alto impatto sociale in Iraq coinvolgendo le imprese italiane.

L’intesa – firmata nella sede SACE di Roma da Alessandra Ricci, Amministratore Delegato di SACE e H.E. Dr. Mohammed Al Darraji, Consigliere Tecnico del Primo Ministro e Presidente del Comitato Superiore per il Credito all’Esportazione della Repubblica dell’Iraq – mira a rafforzare e potenziare la cooperazione in diversi settori ad alto impatto sociale tra cui infrastrutture, farmaceutico, produzione di vetro, agroalimentare ed edilizia abitativa. L’Accordo è stato possibile grazie al supporto dell’Ambasciatore d’Italia a Baghdad Maurizio Greganti. Le controparti si impegnano a sviluppare un Open Multitied Framework a supporto di progetti nel Paese fino a 1 miliardo di euro. Alla luce di un potenziale aumento dei flussi commerciali tra l’Iraq e l’Italia, SACE valuterà le opportunità di sostenere i contratti di esportazione con il Ministero delle Finanze dell’Iraq come garante.

A valle della firma, SACE ha ospitato per un incontro di business matching tra 25 imprese attive in Iraq, il Ministero delle Finanze dell’Iraq, la Trade Bank of Iraq e oltre 40 imprese italiane operanti nelle filiere dei settori interessati dall’accordo.

L’iniziativa rappresenta un nuovo concreto passo avanti nella cooperazione tra Italia e Iraq, e si aggiunge all’accordo firmato lo scorso maggio per sviluppare nuove opportunità nel Paese con GKSD Investment Holding, leader mondiale nella pianificazione, sviluppo e gestione di progetti, che spaziano dai lavori di costruzione e dalle operazioni di acquisizione, alle attività medico-scientifiche, fino a servizi di consulenza.

“Siamo orgogliosi di supportare le opportunità di interscambio e di business tra Italia e Iraq, facilitando l’accesso a tecnologie, prodotti e know-how italiani per realizzare progetti ad alto impatto sociale – ha dichiarato Alessandra Ricci, Amministratore Delegato di SACE – Questa iniziativa ha un enorme potenziale in termini di business, con benefici concreti per le comunità coinvolte”.

“Il governo iracheno ha compiuto importanti e coraggiosi passi in avanti per implementare un programma di export credit a supporto del settore privato. Le leggi e la normativa per rilasciare garanzie sovrane fino a un trilione di dinari a copertura dei finanziamenti per l’industria è un impegno necessario per consentire lo sviluppo del nostro sistema produttivo – ha dichiarato S.E. Dr. Mohammed Al Darraji, Consigliere Tecnico del Primo Ministro e Presidente del Comitato Superiore per il Credito all’Esportazione della Repubblica dell’Iraq – L’auspicio è che le nostre imprese possano realizzare una collaborazione di successo, cogliendo le opportunità offerte da questo programma e dalle ottime relazioni tra Italia e Iraq”.